Il problema dei toner non originali

Posted by

Office Automation, 1 Febbraio 2017

Sempre più spesso si registrano sequestri di toner contraffatti da parte delle forze dell’ordine sia in Italia che all’estero.

La “piaga” della contraffazione dilaga soprattutto nei momenti di forte crisi economica e tende ad espandersi grazie alla capacità dei falsari di proporsi sul mercato con prezzi molto aggressivi e prodotti spesso esteriormente indistinguibili dagli originali.

La contraffazione dei consumabili è purtroppo un fenomeno in rapida crescita e rappresenta un problema non solo per i produttori, ma soprattutto per i consumatori che difficilmente sono in grado di individuare i consumabili illegali che, oltre a non garantire resa e qualità adeguate, rischiano di danneggiare le periferiche ed essere pericolosi perché generalmente prodotti senza rispettare le norme sulla salute e la sicurezza.

È importante quindi non sottovalutare questo fenomeno e acquistare, qualora si ricorra all’e-commerce, i consumabili esclusivamente da canali di vendita ufficiali.

Un’altra problematica è legata all’utilizzo di consumabili rigenerati, compatibili o non originali.

In questo caso possono verificarsi le seguenti situazioni:

– la cartuccia appena inserita in macchina non viene riconosciuta: la stampante tenderà a dare un errore nonostante il cambio e quindi sarà impossibile stampare;

– la cartuccia stampa male: in questo caso il problema è visibile, le stampe vengono male o addirittura il foglio esce bianco.

Non è detto quindi che, a fronte di un risparmio nell’acquisto di questa tipologia di prodotti, non si rischi di spendere di più dovendo richiedere un intervento di assistenza tecnica ad aziende specializzate o, nella peggiore delle ipotesi, dover sostituire l’apparecchiatura perché gravemente danneggiata a fronte dell’utilizzo di consumabili non originali.

Office Automation, 01.02.2017

Tags